Antonio Rosati nominato Direttore Generale di Capitale Lavoro S.p.A.

A lui il compito di rafforzare il management dell'azienda e i rapporti con l'ente metropolitano.

  • direttore generale

Capitale Lavoro ha scelto il suo Direttore Generale. Alla guida dell’azienda è infatti arrivato Antonio Rosati, già al vertice dell’Arsial – l’ente regionale che si occupa di sviluppare ed innovare l'agricoltura nel Lazio - e Amministratore Delegato, fino a gennaio scorso, di Eur S.p.A. 
A Rosati - che affiancherà l'Amministratore Unico Ulderico Granata - è affidata la gestione operativa aziendale, con l’obiettivo di favorirne la crescita, garantendo anche un rapporto più saldo con gli indirizzi strategici di Città metropolitana di Roma Capitale. 
 
“A Rosati do il mio benvenuto e auguro buon lavoro", ha commentato Granata. "Siamo certi che l’esperienza da amministratore pubblico che ha maturato negli anni sarà un valore aggiunto per Capitale Lavoro e per i suoi possibili sviluppi futuri". 
 
“Sono molto contento di essere arrivato a Capitale Lavoro, che ho trovato essere una società di alto profilo, con persone competenti e professionali", ha detto Antonio Rosati.
“Cercherò di portare la mia esperienza, le mie idee e la mia visione, per far sì che la nostra attività mantenga sempre uno sguardo sulle persone, in particolare su chi non ha voce”.

Ed è un’esperienza lunga decenni, quella del DG, nell’ente metropolitano.
Assessore al Bilancio per un decennio prima, e Presidente di Risorse per Roma poi, Rosati è stato anche Presidente della Commissione Bilancio al Comune di Roma e Commissario della Snai, scuola nazionale dell’Amministrazione.